Francia: L'estrema sinistra nelle elezioni legislative

Εκτύπωση
Francia: L'estrema sinistra nelle elezioni legislative
Settembre 2022

Da "Lutte de classe" n°225 - Luglio - Agosto 2022

Nelle elezioni legislative di giugno 2022, Lutte ouvrière ha presentato candidati in 554 circoscrizioni: le 539 circoscrizioni della Francia metropolitana, sette nell'isola di La Réunion e, con Combat ouvrier, quattro candidati in Guadalupa e quattro in Martinica.

I nostri 554 candidati hanno ottenuto un totale di 229.810 voti, pari all'1,04% dei voti espressi in queste circoscrizioni. Questi risultati, seppur modesti, rappresentano un miglioramento rispetto alle elezioni legislative del 2017, quando i nostri 553 candidati ottennero 159.470 voti (0,72%), e alle elezioni del 2012, quando ottenemmo 126.522 voti (0,50% dei voti espressi in 552 circoscrizioni).

I lettori troveranno i dettagli di questi risultati sul nostro sito web. Lutte Ouvrière ha ottenuto più dell'1% dei voti in 270 circoscrizioni. Abbiamo ottenuto i risultati più alti nelle circoscrizioni più operaie del Paese, in particolare in quelle di Roubaix-Wattrelos nel Nord (2,15%), Châtellerault nella Vienne (2,59%), Toul nella Meurthe-et-Moselle (2,18%), e Saint-André e Saint-Benoît nell'isola di La Réunion (2,76%). A Pantin-Aubervilliers, Nathalie Arthaud ha ottenuto 537 voti (2,43%). In diversi collegi elettorali, dei membri del PCF hanno dichiarato di votare per i nostri attivisti piuttosto che per i candidati socialisti o ecologisti, investiti dalla Nupes.

L'NPA ha rivendicato solo 12 candidati, rispetto ai 27 del 2017 e ai 366 del 2012. Nelle altre circoscrizioni, l'NPA, "non risentito" per essere stato messo da parte dalla sinistra nella sua alleanza elettorale, ha sostenuto i candidati di Nupes. I nostri lettori troveranno qui di seguito (p.10) ampi stralci di un forum del festival di Lutte ouvrière ("Lutte ouvrière e il movimento trotskista"), in cui si analizza questa politica. Così, a Pantin e Aubervilliers, in Seine-Saint-Denis, contro Nathalie Arthaud, l'NPA ha sostenuto il deputato patriota dell'LFI Bastien Lachaud, che si è indignato per la presenza della bandiera europea sotto l'Arco di Trionfo e che elogia regolarmente i meriti delle armi e degli aerei da guerra francesi. In alcune circoscrizioni, in Hauts-de-Seine, Gironda o Mosella, l'NPA si è spinto fino a sostenere i candidati della Nupes contro... i candidati dell'NPA (comunicato del 31 maggio). In totale, tra i candidati riconosciuti dalla propria leadership e quelli che non lo sono stati, sembra che 16 candidati etichettati come NPA abbiano totalizzato 2.868 voti (0,46%).

Il POID ha presentato 115 candidati e ha chiesto di votare nelle altre circoscrizioni "a favore dei partiti e delle organizzazioni storicamente derivanti dal movimento operaio" - dobbiamo intendere il PS e il PCF? Hanno ottenuto 24.825 voti, pari allo 0,57% dei voti espressi in queste 115 circoscrizioni. Per quanto riguarda il POI, dopo aver sostenuto Jean-Luc Mélenchon alle elezioni presidenziali, ha appoggiato i candidati di Nupes alle elezioni legislative.

Ancora una volta, i nostri risultati sono modesti. In una situazione segnata dall'astensione delle classi lavoratrici, dalla spinta dell'estrema destra e dal voto per i candidati di Nupes, i risultati di Lutte ouvrière, sebbene minoritari, dimostrano che la corrente che difende la prospettiva comunista e rivoluzionaria resiste nel Paese.

23 giugno 2022